Quattro consigli per rinfrescare il tuo stato di relazione con i social media

Riesci a ricordare un mondo prima di selfie o meme? Le cose si sono intensificate rapidamente. I social media hanno preso il sopravvento sulle nostre vite e, nel bene e nel male, sono diventati un’estensione di ciò che siamo online. Le nostre vacanze, gli amici, le principali pietre miliari della vita e davvero tutto ciò a cui puoi pensare di personale è messo in mostra affinché tutti possano vederlo nei nostri profili social. Ci connettiamo innocentemente con gli amici o ci aggiorniamo sulle ultime tendenze social mentre i ficcanaso (ciao Joe da Netflix’s You) e gli inserzionisti lo stanno usando per imparare tutto ciò che possono su di noi.

Nessun problema, ti guardiamo le spalle con quattro semplici modi per rimanere protetti ed essere comunque socievoli.

1. Vai in privato
Gli estranei casuali hanno davvero bisogno di sapere della tua caffetteria locale preferita? Probabilmente no. Non c’è niente di sbagliato nella condivisione, ma alcuni post possono rivelare un po’ troppe informazioni. Le foto di dove vivi, dove lavori o vai a scuola, i tuoi animali domestici e persino taggare i tuoi amici possono renderti vulnerabile agli hacker, al tuo ex o anche peggio.

Metti fine a questo rendendo tutti i tuoi profili privati. In questo modo puoi limitare il numero di persone che vedono i tuoi post e non devi preoccuparti di estranei casuali che scansionano il tuo profilo.

Su Facebook:

Disattiva posizione.
Seleziona Amici per Chi può vedere i tuoi post futuri?
Seleziona Amici per Chi può cercarti utilizzando l’indirizzo e-mail/il numero di telefono che hai fornito?
Seleziona No per Vuoi che i motori di ricerca al di fuori di Facebook si colleghino al tuo profilo?
Su Instagram:

Vai al tuo profilo, quindi tocca .
Tocca Impostazioni.
Tocca Privacy > Privacy dell’account.
Tocca accanto ad Account privato per rendere privato il tuo account.
Su Twitter:

Vai alle tue impostazioni di Privacy e sicurezza.
Nella sezione Privacy dei Tweet, seleziona la casella accanto a Proteggi i miei Tweet.
Fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina. Ti verrà chiesto di inserire la tua password per confermare la modifica.
Su LinkedIn:

Fai clic sull’icona Io nella parte superiore della tua home page di LinkedIn.
Seleziona Impostazioni e privacy dal menu a discesa.
Fai clic sulla scheda Privacy nella parte superiore della pagina.
Nella sezione Come gli altri vedono la tua attività su LinkedIn, fai clic su Modifica accanto a Opzioni di visualizzazione del profilo.
Seleziona la modalità in cui desideri navigare. Hai tre opzioni:
Il tuo nome e titolo
Caratteristiche del profilo privato (es. titolo di lavoro e azienda attuale)
Modalità privata
Suggerimento per professionisti: evita di usare il tuo vero nome sui social e opta invece per un soprannome (o anche finsta). In questo modo, se qualcuno cerca il tuo nome, i tuoi account sui social media non saranno uno dei risultati migliori. Le impostazioni sulla privacy di Facebook ti consentono di escludere l’elenco del tuo profilo dai motori di ricerca (come fa LinkedIn)

2. Controlla i tuoi post
Una volta che sei diventato privato, fai un rapido controllo di tutti i tuoi post. Potrebbe non sembrare, ma i nostri profili sono pieni di informazioni succose che rendono facile indovinare cose come le risposte alle domande di sicurezza.

Se non vuoi diventare privato, questo è un ottimo modo per limitare le informazioni che condividi con il mondo. È una buona idea guardare indietro attraverso i tuoi profili e rimuovere tutti i post che non vorresti che i membri della famiglia o i colleghi vedessero. I post che presentano un consumo eccessivo di alcol, droghe o contenuti sessuali devono essere eliminati durante la verifica. È anche una buona idea chiedere ai tuoi amici di rimuovere il tag dalle foto e ripagare il favore mentre ci sei.

Suggerimento per professionisti: per rendere la vita davvero difficile ai ficcanaso sui social, usa diverse immagini del profilo in modo che non possano trovare tutti i tuoi account contemporaneamente.

3. Accedi senza social
Inizialmente, l’accesso ai vari account utilizzando Facebook su un altro sito sembra conveniente. Ma una cosa che potresti non capire è che quando lo fai, paghi per quella comodità dando a entrambi i siti (Facebook e quello che stai visitando) l’accesso a tutti i tuoi dati personali, inclusi gli articoli che leggi, eventuali acquisti, e ovviamente i tuoi contatti.

Se sei curioso di vedere quanti siti hanno accesso al tuo profilo Facebook o se vuoi disabilitarli, vai alla pagina App e siti web di Facebook. Da lì puoi selezionare i siti che desideri rimuovere, oppure puoi disabilitarli tutti.

4. Interrompi il monitoraggio social
I social media creano dipendenza apposta. Più a lungo rimaniamo, più annunci possono mostrarci e più vengono pagati. Utilizzando tutte le nostre informazioni, possono mostrarci di più di ciò che ci piace e farci continuare a scorrere.

Facebook ne è un ottimo esempio perché ha la capacità di tenere traccia di tutto ciò che fai dentro e fuori Facebook.

Per fortuna, è facile creare distanza. Aggiungi semplicemente l’estensione Facebook Container a Firefox. L’estensione impedisce a Facebook di seguire le tue visite ad altri siti web.

Ecco qui. Ora metti mi piace, commenta e condividi a tuo piacimento. Stai lavorando alla disintossicazione dei dati sui tuoi dispositivi? Facci sapere come sta andando il tuo viaggio di disintossicazione twittandoci i tuoi commenti su @Firefox!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*